Buoni sconto senza registrazione

Gli utenti che si avvicinano per la prima volta al mondo dei coupon stampabili, con il chiaro interesse di risparmiare sulla spesa, spesso sono frenati dal fatto che, per avere accesso alla stampa del buono sconto, è sempre necessario effettuare una registrazione con i propri dati personali.

Ma vi siete chiesti perchè serva la registrazione? Ve lo spieghiamo noi!

Anzitutto è bene spiegare, a chi si avvicina per la prima volta al mondo dei buoni sconto (ed in questi giorni siete stati in tantissimi a cercarli!) che esistono diverse tipologie di buoni sconto:

  • I buoni sconto dei supermercati
  • I buoni sconto scaricabili dal web
  • I buoni sconto immediati

Buoni sconto dei supermercati: rappresentano tutte quelle tipologie di coupon emessi direttamente dalle catene di supermercati. Sempre più spesso sono stampati direttamente sullo scontrino (ad esempio le promozioni Spendi e Riprendi) oppure distribuiti alle casse o, ancora, stampati e ritagliabili direttamente dai volantini dei supermercati. Questa tipologia di buoni sono “al portatore”, ossia chiunque li può utilizzare e sono utilizzabili generalmente in modo “illimitato”, ovviamente alle condizioni riportate sui buoni stessi.

Buoni sconto immediati: questi coupon, sono quelli che potete trovare direttamente sulle confezioni dei prodotti nel supermercati (vedi questo esempio). Tutti li possono utilizzare in modo illimitato, ossia tante volte quanti saranno i prodotti acquistati.

Buoni sconto scaricabili dal web: e qui arriviamo finalmente alla “nota dolente”. Molti utenti pensano, erroneamente, che sia controproducente fornire i propri dati identificativi. Ma sapete perchè vengono richiesti? Questa tipologia di buoni sconto viene offerta direttamente dal produttore, in linea di massima attraverso il proprio sito web o su siti dedicati (qui un esempio). Questa tipologia di buoni sconto è nominale (ossia personale e riservata alla persona che ha stampato il buono) e serve ad offrire a tutti i consumatori la possibilità di usufruire della promozione offerta.

Se questi buoni non fossero nominativi, essendo messi a disposizione in numero limitato, ci troveremmo nella situazione del consumatore che ne utilizza 100 a fronte di altri 99 consumatori che rimarranno senza coupon per esaurimento del numero di stampe possibili.

Per un’azienda infatti emettere un coupon significa promuovere un prodotto per farlo conoscere ed incentivarne la vendita e la fidelizzazione. Se non ci fosse questo limite, l’emissione dei coupon non avrebbe senso per un’azienda.

Perchè l’azienda deve avere i miei dati personali per un coupon?

Oltre al motivo che abbiamo spiegato sopra, se ci mettiamo nei panni di un produttore ci è possibile capire come questi dati possano essere loro di aiuto per migliorare i loro servizi (e chiaramente aumentare anche le vendite). I nostri “dati” infatti (se noi ne diamo il consenso al momento della registrazione, basta leggere attentamente!) sono guardati sotto forma di “statistiche”. Ad esempio per capire in quale fascia di età è stato stampato maggiormente un buono sconto.

E’ vero, l’azienda grazie a questi dati può riuscire ad aumentare le vendite, ma anche ad offrirci un servizio sempre più mirato e vicino alle nostre esigenze.

Quindi la risposta è questa: non ci sono sostanzialmente coupon senza registrazione, se non quelli degli esempi che vi abbiamo fornito sopra.

Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento!

Pubblicità:

Ricevi Coupon via Email!

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

La tua città

Privacy Policy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Klub Braunhaus: registrati per ricevere sino a 60 euro di sconto!

Klub Braunhaus: registrati per ricevere sino a 60 euro di sconto!

Coupon

Coupon e prodotti di sottomarca: dove si risparmia di più?